mercoledì 29 luglio 2015

Triathlon Bailey

Talvolta si utilizzano iperbole per descrivere le gare dei propri compagni di squadra, un po per gioco, ma molto spesso per condividere la gioia e la soddisfazione di chi impegna tanto tempo per raggiungere un obiettivo, non importa quale esso sia, il PB, un podio o semplicemente finire la gara. Non mi piace riproporre filmati che sul web sono facilmente rintracciabili, ognuno ha un proprio cervello per vedere e scegliere ciò che vuole, ma l'immagine di questo bambino che conclude la sua corsa credo abbia molto da insegnare. Scusate non c'entra nulla con le nostre gare ma.....

3 commenti:

Anonimo ha detto...

GRANDISSIMO FABIO

ho avuto modo di vedere, tra l'altro sulle tv nazionali, il filmato, davvero commovente, non ci sono parole per un evento del genere, per un'impresa oltre ogni limite, davvero ci fa sentire piccoli quando parliamo dei nostri risultati, delle nostre imprese podistiche, miserie umane a confronto.

grazie per questa tua testimonianza.....

enzo

Anonimo ha detto...

Mi associo al commento del nostro presidente
il video è commovente, un grande padre che aiuta il proprio figlio in modo intelligente, lasciando che cada e si rialzi da solo,
e un Grazie a Fabio per il prezioso lavoro che svolge gestendo in modo puntuale e divertente questo Blog
ormai un appuntamento fisso della mia navigazione.
:o)
Riccardo S.

Francesco Loda ha detto...

Caro Fabio, i tuoi post sono sempre precisi, puntuali, divertenti e sempre azzeccati.
Anche questo è perfetto.
Non è vero che non c'entra niente con le nostre gare, anzi, ci insegna veramente molto.
Complimenti e grazie per quello che anche tu fai per noi.
Ciao
French